Guida 7 Card Stud PokerGuida 7 Card Stud Poker

Da molti giudicata la variante più affascinante del poker. Basata anche sull'inganno e sulla fortuna. Si divide in due varianti Hi-Lo e Razz. Con la nostra guida al 7 Card Stud Poker non avrà più segreti per voi.

Background

Il 7 Card Stud è una variante del poker diversa da Texas Hold'Em e Omaha Poker poichè non prevede carte comunitarie (tranne in un particolare caso specifico). In questa variante del poker ogni giocatore ha a disposizione 3 carte coperte e quattro carte scoperte per formare il suo punteggio. Il gioco, grazie alla sua dinamica, presenta molte possibilità di bluffare, e molti capovolgimenti di fronte tra una distribuzione di carte e quella successiva.

Le fasi di gioco

Il 7 Card Stud presenta le seguenti fasi di gioco:

  • Ante Up: i giocatori pongono nel piatto l'invito
  • Prima Distribuzione: il mazziere distribuisce tre carte di cui due coperte ed una carta scoperta; i giocatori procedono al primo giro di puntate
  • Seconda Distribuzione: il mazziere distribuisce ai giocatori una carta scoperta; i giocatori procedono con un giro di puntate
  • Terza Distribuzione: il mazziere distribuisce ai giocatori una terza carta scoperta; i giocatori procedono con un giro di puntate
  • Quarta Distribuzione: il mazziere distribuisce ai giocatori una quarta ed ultima carta scoperta; i giocatori procedono con un giro di puntate
  • Quinta Distribuzione: il mazziere distribuisce ai giocatori una quantia carta questa volta coperta; i giocatori procedono con un giro di puntate
  • Showdown: i giocatori scoprono i propri punti

Le puntate del 7 Card Stud

Nelle varie fasi di gioco vengono effettuate cinque puntate. Nelle prime due puntate viene utilizzata la "small bet". Nelle restanti tre puntate (chiamate quinta, sesta e settima strada) viene utilizzata la "big bet" la quale corrisponde al doppio della small bet.

Prima della distribuzione delle carte tutti i giocatori devono pagare passano per l'Ante UP: pongono l'ante (una somma pari ad 1/10 della big bet) nel piatto. A questo punto vengono distribuite le carte in senso orario fino a che i giocatori hanno a disposizione 2 carte coperte ed una carta scoperta.

Il primo giro di puntate si svolge in questo modo: il giocatore che ha la carta scoperta più bassa (quella col valore numerico inferiore o, in caso di parità quella col seme "minore" consultati in questo ordine: picche, cuori, quadri, fiori) pone nel piatto il bring-in cioè una somma che va da 1/3 della small bet al totale della small bet. Gli altri giocatori, in senso orario a partire dal giocatore che effettua il bring possono a questo punto fare check, call, fold. Se un giocatore fa fold, si ritira dalla mano e tutte le sue carte vengono coperte e non sono più consultabili dagli altri giocatori. Per ogni puntata si può fare un massimo di tre rilanci.

Una volta che tutti i giocatori hanno effettuato la puntata, il mazziere brucia la prima carta del mazzo e effettua la seconda distribuzione ai giocatori rimasti in gioco.

Per la seconda, la terza e la quarta puntata si procede in questo modo: dopo la distribuzione delle carte il giocatore col massimo punteggio tra le carte scoperte è il primo giocatore a puntare. Se due giocatori hanno lo stesso punteggio il primo a puntare sarà il giocatore più prossimo alla sinistra del mazziere. Se un giocatore ha una coppia esposta, cioè se nelle carte scoperte ha almeno una coppia potrà fare una puntata pari al big bet. A partire dalla quarta estrazione (quinta strada) si potrà puntare sempre il big bet.

All'ultima distribuzione, detta anche settima strada, il mazziere brucia una carta (a seconda che siano rimaste abbastanza carte o meno), e distribuisce una carta coperta ad ogni giocatore rimasto. Nel caso in cui le carte restanti non bastino per tutti i giocatori viene messa un unica carta al centro del tavolo (può essere anche una delle carte bruciate) che varrà per tutti i giocatori. A questo punto si procede allo showdown: il giocatore che ha effettuato l'ultima puntata è il giocatore che mostrerà le sue carte per primo altrimenti, se nessuno effettua una puntata all'ultimo giro, il giocatore col punteggio scoperto più alto sarà il primo a scoprire le proprie carte.

I punti

Anche per il 7 Card Stud Poker valgono le regole del punteggio del poker

Altre varianti del 7 Card Stud

Razz. In questa variante la meccanica di gioco è la stessa del 7 Card Stud ma le differenze sostanziali sono nel punteggio: il punto più alto è il non avere punti, ovvero se non si ha alcuna combinazione di carte si ha il punto più alto; seguono gli altri punti: una coppia bassa batte una coppia alta, una coppia batte un tris, un tris batte un poker e così via. Gli unici due punti del poker a non essere considerati sono il colore e la scala. In questo caso avere un colore o una scala equivale all'avere nessuna combinazione di carte e quindi al punteggio più alto. Bisogna inoltre ricordare che l'asso viene considerato come carta più bassa quindi una coppia d'assi batte tutte le altre coppie.

La differente meccanica dei punteggi comporta anche variazioni per quanto riguarda le puntate: alla prima puntata sarà il giocatore con la carta più alta a puntare (perchè è il punteggio più basso) mentre alle puntate successive sarà la combinazione più bassa a puntare per prima (perchè è il punteggio scoperto più alto)


Commenti degli utenti alla pagina:

Non ci sono commenti per questa pagina.

 

Mappa del sito